PRONTO RISCATTO DEGLI AZZURRI AGLI EUROPEI DI VOLLEY

Stettino (Polonia) - L'Italvolley di Blengini centra un importante successo agli europei di pallavolo che si stanno disputando in Polonia. Dopo l'amara sconfitta al tie-break di venerdì scorso al cospetto della Germania, gli azzurri hanno trovato il modo di rifarsi in maniera convincente contro la non certo irresistibile Slovacchia, già strapazzata dalla Repubblica CecaIl 3-0 finale con il quale la squadra tricolore all'"Arena" di Stettino ha spazzato via gli avversari è giunto al termine di una prova attenta e con poche sbavature: i parziali di 25-14, 25-19 e 25-20, del resto, sono abbastanza eloquenti nell'evidenziare una superiorità tecnica, mai messa seriamente in discussione. 
I ragazzi di Blengini hanno condotto il match costantemente e si sono resi protagonisti di una bella prestazione durante la quale tutti hanno giocato una buona pallavolo interpretando la gara nei migliori dei modi con buone percentuali in tutti i fondamentali, e con la battuta che ha svolto un ruolo importante per spezzare gli equilibri in alcune fasi. 
Il successo è importante per il proseguimento di un torneo che si sta dimostrando davvero equilibrato, ed in cui le sorprese sono all'ordine del giorno come testimoniano i risultati degli altri raggruppamenti. Domani, l’ultima gara contro la Repubblica Ceca (diretta Rai 1 alle ore 20.30), definirà la classifica del girone comandato dalla Germania con 5 punti. Seguono a ruota gli azzurri a quota 4 e la Cekia con 3. Fanalino di coda e ridotta ormai al rango di squadra materasso del raggruppamento, la Slovacchia ferma a 0.

L’Italia è scesa in campo con l’ormai consueto schieramento che prevede la diagonale Giannelli-Vettori, Antonov e Lanza coppia di schiacciatori, Piano e Mazzone centrali con Colaci libero. 
La Slovacchia ha risposto con Zatko palleggiatore, Bencz opposto, Paták e Chrtiansky martelli, Kohút e Ondrovic centrali con Kubs libero.
Nel primo set la partenza azzurra è stata davvero ottima. Subito in vantaggio di sei lunghezze (6-0) i ragazzi di Blengini hanno poi continuato a comandare gioco e risultato (18-7) per lunghi tratti fino alla conclusione del parziale vinto con il punteggio di 25-14 con Vettori (80% in attacco per lui nel parziale, 6 punti dei quali 1 a muro e 1 ace) grande protagonista nel finale, prima con uno spettacolare salvataggio e successivamente con il punto conclusivo, tutto questo dopo che gli azzurri avevano fallito il primo set ball con Lanza al servizio. 
Il secondo set è stato caratterizzato da una buona partenza per gli azzurri che si sono portati in vantaggio sul 9-6. Proprio da quel momento però gli slovacchi hanno piazzato un importante break di 5 punti con il quale hanno accumulato un vantaggio di due lunghezze (11-9). Nonostante il momentaneo passaggio a vuoto, Lanza (7 punti nel parziale con 5 attacchi su 5 andati a segno, 1 muro e 1 ace) e compagni non si sono disuniti e hanno ripreso a giocare con calma e precisione riuscendo a stabilire nuovamente un vantaggio (20-16) gestito poi fino al 25-19 che è valso il 2-0.   
Il terzo set è stato più equilibrato con le due squadre spesso in parità e con gli azzurri che hanno gestito un vantaggio per lunghi tratti minimo (8-7, 16-14). Con il passare dei minuti però i ragazzi di Blengini hanno ristabilito i reali valori in campo riuscendo a chiudere il match per 3-0 grazie al 25-20 conclusivo.

Domani ultima gara della fase a pool contro la Repubblica Ceca con diretta su Rai 1 alle ore 20.30. Al termine del confronto, grande soddisfazione in casa azzurra con il coach Blengini che ha così dichiarato: E’ stata una partita molto buona, soprattutto per il risultato. L’Italia ha mostrato determinazione, senso di responsabilità e la volontà di fare bene. Guardiamo a tutte le gare con convinzione, fiducia e attenzione, consapevoli che possono avere momenti di difficoltà”.  
Per Massimo Colaci “questa era una partita fondamentale per noi, volevamo assolutamente vincerla e ci siamo riusciti. Siamo stati sempre avanti tranne una fase del secondo set nella quale abbiamo commesso qualche errore di troppo, ma va bene così per la classifica del nostro girone. Eravamo carichi e concentrati, eravamo ancora un po’ dispiaciuti per come erano andate le cose contro la Germania, ma avevamo preparato bene questa gara e siamo soddisfatti per come sono andate le cose”. Sulla stessa lunghezza d'onda, Filippo Lanza (fra i migliori in campo) che ha evidenziato i progressi manifestati dagli azzurri dal punto di vista del gioco. Abbiamo giocato - ha osservato il forte schiacciatore di Trento - un’ottima partita, pensando solo a noi, al nostro gioco e senza pensare al loro. A tratti abbiamo espresso davvero una buona pallavolo anche se sappiamo che c’è ancora da lavorare perché sappiamo che qui ogni squadra ci darà del filo da torcere. Siamo andati tutti bene, anche in battuta abbiamo mostrato buone cose. Sono contento perché è un fondamentale che ci aiuta molto, un vantaggio non da poco”.

Nell'altra gara in programma per la pool B, successo vistoso anche per i tedeschi che con un rotondo 3-0 hanno avuto la meglio sui cechi, prossimi avversari degli azzurri in quello che è un vero e proprio spareggio per la seconda piazza. 
Negli altri gironi, l'unica formazione sinora a punteggio pieno è la Russia che, a dispetto del 3-0 finale, ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie prima di avere la meglio di un'agguerrita Slovenia. Grande equilibrio invece soprattutto nel gruppo D, dove ben tre squadre (Francia, Belgio e Turchia) sono racchiuse nello spazio di un solo punto e si giocheranno tutto oggi pomeriggio a Katowice.

RedSpor

EUROPEI DI VOLLEY: FALSA PARTENZA DEGLI AZZURRI DI BLENGINI



Parte con una sconfitta al tie-break contro la Germania allenata da Andrea Giani, l'avventura della nazionale italiana agli Europei di volley maschile che sono iniziati giovedì in Polonia. 
C'è sicuramente del rammarico per l'andamento di un incontro equilibrato ed altalenante, in cui gli azzurri hanno dato l'impressione a tratti di poter aver la meglio sui coriacei tedeschi. L'emozione ha probabilmente giocato un brutto scherzo (ben 5 di loro erano al loro debutto in questa manifestazione), considerando che nell'ultimo set sono stati davvero tanti gli errori commessi dal sestetto italiano che così ha dovuto alzare bandiera bianca al termine di oltre due ore di gioco.
Coach Blengini ha scelto la formazione che aveva già schierato nelle ultime uscite in Olanda: Giannelli in regia, Vettori sulla sua diagonale, Lanza e Antonov coppia di schiacciatori, Piano e Mazzone al centro con Colaci libero. 
Dall’altra parte della rete Giani ha dato fiducia alla diagonale Kampa-Grozer, Fromm e Kaliberda martelli, Andrei e Krick centrali con Zenger libero.
Primo set estremamente equilibrato con la Germania che non ha mai ceduto di un millimetro e con gli azzurri apparsi abbastanza contratti e non  sempre in grado di esprimere costantemente una certa fluidità nel gioco. La situazione di equilibrio si è protratta per tutto il parziale concluso 25-22, al primo set ball con un ace di Hirsch.
Secondo parziale in totale equilibrio fino al 19-19 quando un buon turno al servizio di Giannelli ha interrotto la parità portando la formazione tricolore sul 22-19. In quel momento, con grinta e un pizzico di cattiveria in più Lanza e Vettori hanno trascinato la squadra che è riuscita a impattare la gara sull’1-1, chiudendo in proprio favore 25-21 il primo set ball.
L’Italia ha cominciato il terzo set sulla stessa falsa riga del precedente dando l’impressione di essersi scrollata di dosso l’emozione e la tensione che l'avevano condizionata negativamente nelle fasi iniziali del match. Con il passare dei minuti anche Mazzone ha preso coraggio, ma la Germania non ha mai mollato riuscendo a ricucire ogni tentativo di allungo. Nella parte centrale del parziale però un’ottima serie al servizio di Lanza ha spezzato l’equilibrio spianando la strada verso la vittoria del set chiuso sul 25-19, riuscendo così a capovolgere la situazione iniziale. 
Nel quarto la formazione di Giani si è rifatta sotto prepotentemente, complice anche una flessione degli Azzurri. Nel corso del parziale Blengini ha dato spazio a Ricci, ma in generale la squadra ha perso un po’ di smalto cedendo 25-19 facendosi così raggiungere sul 2-2.
Il tie-break è stato giocato punto a punto, ma la Germania ha poi lentamente cominciato ad allungare (13-7) fino al 15-8 che ha chiuso la gara.  
Oggi giornata di riposo per gli azzurri, si torna in campo domenica 27 alle ore 17.30 (diretta su Rai 2) contro la Slovacchia che ieri è stata sconfitta per 3-1 (25-19, 28-30, 25-16, 25-17) dalla Repubblica Ceca. La situazione in classifica nella pool B nella quale è inserita l'Italia, vede al comando la Repubblica Ceca con 3 punti, seguita da Germania con 2, Italia a quota 1 e Slovacchia fanalino di coda con 0. Il match di domani pomeriggio è cruciale per le sorti dell'Italvolley che non può più assolutamente permettersi di compiere passi falsi, se intende proseguire il suo cammino nella kermesse continentale.
Negli altri gironi successi abbastanza netti per Russia, Slovenia e Serbia che con un secco 3-0 hanno regolato rispettivamente Bulgaria, Spagna e Polonia.

Red

VOLLEY FEMMINILE: LA UNET YAMAMAY BUSTO ARSIZIO SCALDA I MOTORI E SI PRESENTA AI PROPRI TIFOSI

Busto Arsizio - Le farfalle biancorosse pronte a spiccare il volo per la stagione 2017/2018. Sono giorni molto intensi quelli che stanno scandendo questa fine di agosto, in cui le rinnovate ambizioni delle bustocche si accompagnano all'entusiasmo ed alla voglia contagiosa dei propri supporters di vivere un'altra stagione da protagonisti. 
Dopo il lancio della campagna abbonamenti #iosonoUYBA culminata con un video in cui è protagonista Federica Stufi e con le grandi novità dei prezzi ridotti rispetto all'ultima stagione e l'introduzione di interessanti promozioni per i gruppi oratoriali-scolastici e le società sportive, ieri pomeriggio bagno di folla in un "Palayamamay" traboccante come al solito di grande entusiasmo  (nonostante il particolare periodo dell'anno) per la presentazione del roster che proverà a migliorare i dignitosi risultati ottenuti nello scorso campionato. 
Assenti per gli impegni con le rispettive nazionali Diouf, Orro, Whilite, Chauseva e Bartsch ed anche il riconfermato coach Marco Mencarelli, il raduno della Unet è partito con la presentazione all'UYBA Summer Village.
Una squadra totalmente nuova di zecca con diversi innesti rispetto a quella che lo scorso anno si è comunque ben disimpegnata tanto in campionato, quanto in Europa.
Intanto, è stato anche definito il calendario delle amichevoli che scandiranno la preparazione delle biancorosse, in vista degli impegni di campionato che culmineranno con l'esordio nella tana delle campionesse in carica della Igor Gorgonzola Novara il prossimo 14 ottobre. Dal 21 al 24 settembre, prime uscite in amichevole con il "Trofeo Bellomo" in cui saranno protagoniste anche Sab Legnano, Club Italia e Brescia
Una settimana dopo, il livello di difficoltà si alza con la partecipazione ad uno dei tornei più importanti come il "Val Chiavenna", con le campionesse d'Italia di Novara, Imoco Conegliano e la Saugella Monza.
Infine, il 7 e l'8 ottobre al memorial "Gianpaolo Ferrari" al PalaIgor di Novara ultimi test-match con Novara, Conegliano e Modena.
                      
                  Francesco Montanino

FED CUP: a Mosca i successi di Potapova e Pavlyuchenkova portano la Russia avanti 2 a 0 nello spareggio con l’Italia

MOSCA – L’ Italia per evitare la retrocessione e restare nel secondo gruppo mondiale, la Russia per risalire dal terzo. Uno spareggi...

I più letti