CONTO ALLA ROVESCIA PER I GIOCHI EUROPEI DI BAKU 2015


E’ ormai iniziato il conto alla rovescia della prima edizione dei giochi europei che si svolgeranno in Azerbaijan dal 12 al 28 giugno 2015. A poco meno di 200 giorni dall’inizio di questo importante e prestigioso happening sportivo, si iniziano a delineare con maggiore nitidezza alcuni interessanti dati su quest’iniziativa che per oltre due settimane catalizzerà certamente l’attenzione dell’opinione pubblica mondiale e degli sportivi, in particolare.

I riflettori di tutti i media saranno puntati in particolare sulla capitale Baku, nei cui impianti si svolgeranno i matches di sport come volley (si cimenteranno fra le altre le nazionali di Italia, Germania, Francia e Serbia fra gli uomini, mentre per le donne saranno presenti anche le rappresentative di Italia, Olanda, Polonia, Croazia e Serbia), basket o pallanuoto, che vantano un gran numero di appassionati e praticanti.

Strutture come il National Stadium, la National Gymnastic Arena, la City Hall ed il Baku Acquatics Centre sono pronte a svelare al mondo la loro modernità ed a mostrarne anche il loro contenuto avveniristico.

Mascottes della manifestazione saranno la gazzella Jeyran e Nar il melograno che sono state presentate nei giorni scorsi nell’incantevole scenario di Maiden Tower nella capitale azera, e le cui avventure animate in 3D saranno uno dei piatti forti della cerimonia di apertura che si preannuncia a dir poco spettacolare.

Oltre 6.000 atleti provenienti da ogni paese del vecchio continente, 20 discipline presenti (16 olimpiche e 4 non olimpiche, di cui 11 daranno la possibilità di accedere alle Olimpiadi che si svolgeranno a Rio De Janeiro nell’estate 2016) e migliaia di testate giornalistiche accreditate: solo da questi numeri, si può intuire il formidabile significato che tale iniziativa – che come i giochi panamericani avrà una cadenza quadriennale – ha per le istituzioni azere che proseguono nello sforzo di rendere la terra del fuoco, un punto di riferimento importante per lo sport. Così come conferma anche – giova ricordarlo – l’assegnazione a Baku, a partire dal 2016, dell’organizzazione del Gran Premio di Europa di Formula 1.

Baku 2015 – ha affermato senza mezzi termini, Simon Clegg Capo Esecutivo della manifestazione – sarà un eccezionale momento di celebrazione dello sport con la presenza dei migliori atleti europei, ed è meraviglioso sapere che milioni di appassionati di tutto il mondo sono pronti a collegarsi per seguire questo evento”. Un riferimento non del tutto casuale, se pensiamo che si preannuncia un seguito particolarmente importante di appassionati dai vicini paesi asiatici che guardano con malcelato interesse a queste due settimane di grande sport".
 
F.M.

 

Commenti

Post popolari in questo blog

La nuova generazione di tennisti made in Russia tra risultati raggiunti ed aspettative crescenti

PAOLO CASARIN (EX ARBITRO): “I due tempi da 30 minuti effettivi ciascuno, prossima novità del regolamento calcistico”

Tennis: al Torneo Montecarlo uno strepitoso Fognini abbatte Nadal ed è in finale